MADONNA DELLA CIVITA 2015: L’AVVENTURA RIPARTE

foto antonello martino (7)

Ancora poco meno di due mesi e poi saremo tutti proiettati nella kermesse della nostra festa patronale. Una festa pensata, studiata per un anno intero; consultazioni febbrili, colloqui che si infittiscono e poi mille interrogativi: dall’artista da far esibire alla location in cui gli spettacoli dovranno essere tenuti. Ma anche alcune certezze: le cerimonie religiose, le 12 rose, le processioni ed il gran finale pirotecnico dal Castello.

Quest’anno, poi, ricorre il nostro decennale (abbiamo infatti iniziato ad organizzare la festa nel 2005) e quindi le scelte sono state particolarmente vagliate e valutate. Da qualche anno, tutte le nostre decisioni si confrontano con le difficoltà economiche legate al particolare momento che viviamo. Ma ancora una volta, siamo stati in grado di organizzare una festa che si snoda in tre giornate (rappresentiamo in tal senso una rara eccezione nel panorama generale delle feste patronali), con un programma che si presenta ricco e variegato.

Non abbiamo tuttavia la presunzione di soddisfare le aspettative ed i desideri di tutti, essendo consapevoli che ogni cosa sia perfettibile e possa essere sempre migliorata. Ma lo sforzo che facciamo è in un’unica direzione, quella di regalare una festa che sappia coniugare il momento religioso assolutamente prioritario (e la cui dimensione si accresce e consolida anno dopo anno) con il momento per così dire ludico e profano.

In tanti ci hanno chiesto nelle scorse settimane a che punto fossimo con l’organizzazione, quale artista invitassimo, quale cover avessimo scelto quest’anno. Ed allora… rompiamo gli indugi e sveliamo le scelte.

La sera del 20 luglio, in Piazza Incoronazione, si esibirà la cover band Jovanotte, un vero e proprio tributo a Lorenzo Cherubini, alias Jovanotti, uno degli artisti più amati dal pubblico giovanile, e non solo. Un gruppo seguito ed inseguito a lungo, che siamo certi non deluderà le aspettative e che ha scelto Itri nell’ambito di una tournée che tocca diversissime piazze d’Italia.

La sera del 21 luglio, in Piazza Umberto I, in uno scenario nuovo che sembra fatto appositamente per questo tipo di evento, si terrà il concerto dell’Orchestra Filarmonica di Chernivsty (Ucraina), accompagnata dal Coro Lirico Jubilate Deo di Napoli (complessivamente 50 musicisti e 50 coristi), diretti rispettivamente da Yosip Sozanskyy e Giuseppe Polese, con la partecipazione di 4 cantanti lirici di eccezione. Un momento, anche questo, atteso e sempre carico di emozioni, che fa confluire nella nostra città tanti estimatori della musica lirica.

Infine, la sera del 22 luglio, in Piazzale Rodari, avremo gli Stadio, uno dei gruppi pop più seguiti della musica leggera italiana. Si tratta di un ritorno gradito, di una scelta voluta. Sono stati infatti i primi artisti che abbiamo chiamato ad esibirsi a Itri, quell’ormai lontano 22 luglio 2005. Dopo, grazie a tutti voi prima che a noi, ne sarebbero venuti tanti altri: Ron, Tiromancino, Irene Grandi, Raf, Edoardo Bennato, Francesco Renga, Francesco De Gregori, Giuliano Palma, Umberto Tozzi (senza dimenticare che, nelle prime serate, abbiamo avuto negli anni ospiti del calibro di Demo Morselli, di Sergio Caputo, oltre a favolose cover band che hanno riempito sino all’inverosimile Piazza Incoronazione).

Ci è sembrato bello chiudere idealmente il cerchio facendo ritornare coloro con cui abbiamo iniziato 10 anni fa, anche perché, nel frattempo, gli Stadio hanno pubblicato 4 CD di inediti ed altri 4 CD di raccolte, regalando ancora al pubblico canzoni indimenticabili e conquistando diversi premi e riconoscimenti.

Ma non vuole essere, questo, un punto di arrivo. Ripartiamo in questo faticoso, ma comunque splendido, viaggio, sperando di continuare ad avere l’appoggio e l’affetto che ci avete sempre dimostrato negli anni.

L’avventura, dunque, riparte e riparte con l’obiettivo, mai nascosto, e che sappiamo condiviso da tutti voi, di fare della nostra festa patronale la festa principe dell’intero comprensorio del sud pontino, quella a cui in tanti, da anni ormai, guardano come ad un vero e proprio punto di riferimento.

Il Comitato Maria SS.ma della Civita

Lascia una risposta

Puoi usare i seguenti tag HTML ed attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>