Ringraziamenti

Madonna della Civita_Itri 2014I giorni della festa sono appena passati. Difficile fare un resoconto e dire quale sia stato il momento più bello ed esaltante, quando nei cuori di tutti noi restano, forti e vive, le emozioni legate agli eventi appena trascorsi, al trasporto ed al coinvolgimento interiori che il senso di appartenenza alla nostra Patrona è capace di generare.

L’organizzazione dell’evento non è stata quest’anno particolarmente facile e negarlo sarebbe come negare l’evidenza. Ma non ci siamo mai persi d’animo ed abbiamo fatto squadra, convinti e sicuri che, uniti, si vince sempre. Ci auguriamo che i nostri sforzi siano stati apprezzati, pur essendo consapevoli che non si può incontrare il gusto ed il favore di tutti e che, in ogni caso, nella vita tutto è perfettibile e può essere sempre migliorato.

Gli spettacoli musicali hanno confermato la tradizione che ci vuole, in questi ultimi dieci anni, una delle feste regine, se non la festa regina, dell’intero sud Lazio. Di questo andiamo fieri e ciò ci dà la voglia di continuare per cercare di fare sempre di più e meglio, chiaramente nei limiti che le possibilità economiche ci consentono.

I fuochi dal Castello, poi, sono diventati un altro nostro emblema ed assistere ad applausi a scena aperta è davvero essere ripagati dei tanti sforzi, delle tante ore dedicate all’organizzazione della festa.

Ma su tutto risalta l’aspetto religioso; che dire di questi tre giorni passati sempre con il viso rivolto all’in su ad indagare il cielo, a scrutarlo pezzo per pezzo, per capire se minacciasse pioggia e se le processioni potessero tenersi regolarmente? Il pathos che ne è derivato ha accresciuto il trasporto emotivo ed ha contribuito ad accentuare quell’aspetto epico, ancestrale che caratterizza la nostra devozione alla Madonna della Civita. Tutto è andato per il verso giusto, grazie alla Madonna, ci sentiamo di dire in totale e genuina sincerità.

Ci siamo lasciati, all’una di notte, in una Chiesa gremita sino all’inverosimile, con la cerimonia delle 12 rose che, come Comitato, abbiamo voluto (lo avevamo promesso) dedicare alle vittime del tragico evento che ha colpito la Ditta Paolelli di Tagliacozzo (AQ).

Inutile negare che l’ultima immagine che ci rimane è quella della Madonna che viene riaccompagnata nella sua cappella, tra le tante mani che si protendono a toccarla, tra i genitori che sollevano i figli nella certezza di una protezione divina, tra tanti occhi lucidi ed un groppo in gola che fatica a scendere giù.

Ringraziamo tutti i cittadini che ci hanno supportato, sostenuto, aiutato; che con il loro apprezzamento hanno dato un senso ed una ragione al nostro impegno.

Un impegno che, con la benedizione della nostra Patrona, continua, affinché le emozioni ed i ricordi che ne derivano, e restano, non possano mai finire.

Al prossimo anno !!!

Il Vice Presidente
Avv. Antonio Fargiorgio

Lascia una risposta

Puoi usare i seguenti tag HTML ed attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>